Porte a misura di giganti

La cattedrale di santa Maria in Montesanto a Roma.

Ogni tanto qualcuno mi chiede come si possa parlare di giganti dato che della cui esistenza non esisterebbero prove.
Ah, no?!
Colgo l’occasione del funerale del batterista dei PoohStefano d’Orazio per portare una prova schiacciante. La “chiesa degli artisti”, basilica di santa Maria in Montesanto, a Roma in cui le esequie si sono tenute è stata realizzata da giganti per giganti.

https://it.wikipedia.org/wiki/Basilica_di_Santa_Maria_in_Montesanto


Notate la enormità delle colonne e la grandezza della porta. Perché costruire un infisso dai battenti talmente pesanti da essere inutilizzabili?
Tanto che il feretro è stato portato fuori da una porticina ricavata all’interno di quella grande.
Notare la fattura del tetto, a cupola e con tegole ornamentali. Incredibile. Ma chi l’ha realizzato?
Le proporzioni pure dei finestroni superiori sono quelle dell’entrata di un’autorimessa. Una vettura ci potrebbe comodamente passarci come fosse un garage.
I gradini d’accesso sono a misura d’uomo moderno. Tuttavia, si ha sempre una pressante sensazione che non siano coevi dell’edificio, sovente costituiti da materiale di composizione e colore differente dal contesto.
Suona strano che nessuno ci abbia fatto caso finora.
Che cosa dicono architetti e storici dell’arte?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s